GIANNI CARBONI presenta il suo nuovo album “IN PUNTA D’ARDIRE”

Il coraggio è un sentimento che accompagna chi decide di affrontare la vita seguendo in maniera autentica la propria passione. E’ forse questo il segreto dell’energia di Gianni Carboni, giovane autore e musicista, che dopo molte fortunate esperienze in band del territorio si apre al pubblico con il suo primo album solista: “In punta d’ardire”.  Un lavoro articolato e complesso eppure immediato e fruibile fin dal primo ascolto. La ricchezza dei testi e la profondità di un rock vivo e personale accompagnano l’ascoltatore in un percorso musicale in cui ritrovare e interpretare anche se stessi attraverso lo sguardo dell’autore. Il coraggio di osare “in punta d’ardire” e raccontare la propria visione del mondo, a volte critica a volte criptica porta Gianni Carboni a rivolgersi ad un pubblico che non può delinearsi solo tra gli amanti di un genere. Dodici brani inediti in  italiano e cinque bonus track che strizzano l’occhio al mercato internazionale di lingua inglese danno la misura del lavoro artisticamente impegnativo che ha portato alla realizzazione di questo album che vanta numerose collaborazioni. «In punta d’ardire è uno stile di vita – spiega ai nostri microfoni Gianni Carboni – che abbiamo voluto lanciare. Uso il plurale perchè nonostante si tratti di un lavoro da solista questo concetto è stato ideato dalla mia amica e collaboratrice Marcella Spanu e io ho voluto  trasformalo in una canzone, in un album e poi anche in un videoclip.»                                         Il lancio dell’album ha infatti coinciso con la distribuzione sui maggiori canali mediatici del video realizzato da Renato Quinzio e Roberto Achenza.                                                                                                                 «Il risultato è stato ottimo – continua il cantautore – e ne sono davvero molto contento. E’ stato un lavoro corale: ci sono io, la mia band che ho fortemente voluto con me, Marcella che è la protagonista e anche il mio amico Luca che ha preso un aereo da Pisa solo per poterci essere.» Un supporto sentito e convinto quindi, da parte di tutti i collaboratori che si sono spesi per essere un tassello nel mosaico che ha portato alla conclusione di “In punta d’ardire”. Polistrumentista per amore della musica ma anche per necessità, Gianni Carboni ci ha spiegato la differenza che porta alla stesura di un lavoro da solista rispetto al confronto tra i componenti di una band. Un racconto di sé più intimo e meno filtrato che ha dato voce al lato più autentico dando modo a chi ascolta di cercarsi nei versi e nelle note, senza soluzione di continuità tra spiegazione e senso nascosto, nella migliore tradizione cantautorale di Francesco DeGregori, non a caso tra gli autori più amati da Gianni Carboni. Vi regaliamo una bella guida all’ascolto di “In punta d’ardire” attraverso la quale potrete entrare nel mondo di un giovane autore che potrà certamente coinvolgervi in un modo dove chi osa certamente viene premiato.

Per avere più informazioni sull’autore e acquistare l’album potete visitare il sito internet www.giannicarbonimusic.com

Francesca Arca     ©Riproduzione riservata