PAUZ – LA VIA DEL RAP

Il rap non è arte per tutti. Certamente è di moda, ma è altrettanto certo che per essere dei rapper non basta semplicemente parlare ad un microfono. E’ la maestria nella narrazione del mondo presente che fa la differenza. Il rapper vive a metà strada tra lo scrittore e il musicista, in un confine difficile in cui le parole sono tutto: giochi funambolici che nascondono e svelano tanto. Pauz ha fatto del rap un modo creativo di esprimersi. Autoironico e divertente, intelligente e profondo, il rapper nato a Porto Torres, scherza con se stesso e irride bonariamente la vita quotidiana che tutti noi conosciamo bene ma che non ci soffermiamo a descrivere.  Nel suo mondo rovesciato, sottosopra come le parole che scompone e ricompone nei suoi versi, Pauz prende forza e ispirazione guardando ciò che è vitale e trasmettendo energia positiva in chi lo ascolta e lo segue con partecipazione. Scrive quando è felice, ispirandosi ai nomi che hanno fatto grande il rap italiano, evitando di riproporre lo stile d’oltreoceano. Ognuno parla di ciò che vede e conosce, ricalcare atmosfere lontane dalla propria esperienza non si addice a chi possiede il pregio dell’onestà intellettuale. Estimatore di un’immensa icona come Freddie Mercury, Pauz riesce a coniugare tante diverse sfumature che si concentrano poi nell’espressione che più gli è congeniale. Giocando con le parole e sorridendo alle cose con passione e impegno, il giovane artista turritano è diventato uno dei nomi emergenti più apprezzati del rap di casa nostra. Nell’incontro a lui dedicato ci ha regalato molti dei suoi brani e un’esibizione acustica insieme a José Sechi de La Cupola Project che ha iniziato con lui un’ottima collaborazione. E’ stata nostra ospite anche la giovane attrice Ambra Usai, all’esordio nel mondo del videoclip e protagonista dell’ultimo video di Pauz. Siamo certi che sono ancora tante le sorprese che il rap può regalare al nostro territorio e di sicuro Pauz è una di quelle che fino ad ora ci hanno fatto maggiormente piacere.

Francesca Arca     ©Riproduzione riservata